Con il bando agrisolare risorse per 1,5 miliardi

L’OCCASIONE 12 set 2022
Valter Giacomelli Valter Giacomelli

È operativo il bando agrisolare che apre alla possibilità di installare pannelli fotovoltaici sui tetti di oltre 25mila stalle e fabbricati agricoli in tutta Italia, senza consumo di suolo, contribuendo alla transizione verde e alla sovranità energetica, in un momento dove cittadini e imprese sono in grande difficoltà per i costi insostenibili legati ai rincari di elettricità e non solo. Si tratta di una richiesta fortemente voluta da Coldiretti che vede la disponibilità di 1,5 miliardi di euro per migliorare la sostenibilità, la resilienza e l'efficienza energetica del settore agroalimentare. Nell’ambito della misura del Pnrr «Parco agrisolare» sono stati destinati 1,5 miliardi per impianti da realizzare sui tetti degli edifici rurali dei settori dell’agricoltura, della zootecnia e dell’agroindustria. Obiettivo finale della misura, fortemente sostenuta dalla Coldiretti, è di promuovere l'installazione di pannelli fotovoltaici con una nuova capacità di generazione di 375.000 Kw da energia solare. Una quota di finanziamenti pari a 1, 2 miliardi è destinata alla realizzazione di interventi nel settore della produzione agricola primaria, 150 milioni sono assegnati a interventi nel settore della trasformazione di prodotti agricoli in agricoli, e altri 150 milioni andranno al settore della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli e alle altre imprese. «Oggi, in una fase di crisi energetica dove si torna a parlare di riaccendere le centrali a carbone, non sfruttare le superfici dei nostri tetti per produrre energia pulita, sarebbe un vero peccato. Per questo plaudiamo convinti all’iniziativa governativa», dice la Coldiretti. Il caricamento delle proposte sarà possibile per un mese, dalle 12 del 27 settembre fino alle 12 del 27 ottobre. Le agevolazioni verranno concesse mediante una procedura a sportello sino ad esaurimento delle risorse disponibili: «Affinché nessuna azienda sia esclusa dal beneficio e data l’importanza strategia dell’incentivo, auspichiamo fortemente che qualora si esauriscano le risorse, il Governo sia pronto a rifinanziare rapidamente la misura. Il bando è frutto del lavoro che Coldiretti sta portando avanti da tempo, in risposta alle emergenze del nostro tempo: salvaguardare i suoli produttivi e dare un sostegno alle aziende agricole per attenuare i costi dell’energia». Dunque, un’occasione da sfruttare nell’importante ottica del lavoro di sostenibilità portato avanti da tempo da parte dell’organizzazione che anche grazie a questa iniziativa potrà nei prossimi mesi vedere tante aziende aggiornarsi in una direzione sempre più «green». •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Un progetto di
Main partner
Partner
Event Supporter
Media Partner