di Giada Ferrari

Un impegno concreto che vuole nascere dalla spinta individuale

ASSOCIAZIONE ARTIGIANI BRESCIA 16 nov 2022

«La sostenibilità è un percorso non è un traguardo»: così il presidente dell’Associazione Artigiani di Brescia e Provincia Bortolo Agliardi, il quale configura l’idea di cambiamento in una necessaria consapevolezza del problema e soprattutto in una conseguente e continua azione. È infatti impossibile sperare che la società, e per esteso il mondo, diventino sostenibili se di base le politiche così come le piccole azioni quotidiane di ogni cittadino non prendono coscienza dell’urgenza del cambiamento e non si muovono in quella direzione: «L’anno scorso abbiamo cambiato tutti gli impianti di illuminazione scegliendo luci a led - spiega Agliardi -. Lo abbiamo fatto per dimostrare ai nostri associati che si può e si deve andare su questa strada». L’illuminazione a led è infatti più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile a livello ambientale e economico. Basti pensare che confrontata con fonti di illuminazione tradizionali il risparmio ottenuto è di circa il 93% rispetto alle lampade ad incandescenza, 90% alle lampade alogene, 70% alle lampade a ioduri metallici e 66% alle lampade fluorescenti. Erogando inoltre una potenza di luminosità di 5 volte superiore rispetto all’illuminazione tradizionale e con una durata maggiore (100.000 ore di autonomia).

Gli obiettivi di Assoartigiani invece in termini di medio e lungo periodo, quindi verso ed entro il 2030, si focalizzano sull’energia: «A medio periodo il primo intervento da fare è ridurre quello che è il consumo dell’energia - prosegue Agliardi -. Mentre a lungo periodo il goal si focalizza sulla produzione di energia, ed in particolare mi riferisco ai pannelli fotovoltaici e alle comunità energetiche». Queste ultime altro non sono che delle associazioni di utenti che condividono tutta l'energia da loro prodotta, da fonte rinnovabile, al fine di coprire il comune fabbisogno energetico simultaneo indipendentemente dalla connessione fisica agli impianti di produzione. Quindi per cambiare davvero le cose bisogna farle, agendo nell’immediato: «Questo è il percorso e le indicazioni che diamo ai nostri associati; bisogna fare sistema - chiude Agliardi -. Abbiamo il compito di lasciare un mondo migliore rispetto a quello che abbiamo trovato e quindi dobbiamo cambiare noi per primi il percorso delle nostre esigenze energetiche. Per noi, per i nostri figli, per i nostri clienti e dipendenti». 

Un progetto di
Main partner
Partner
Event Supporter
Media Partner