«Edilizia, la svolta green opportunità da cogliere»

20 ott 2021
Angelo Massimo Deldossi: leader di Ance Brescia Angelo Massimo Deldossi: leader di Ance Brescia

«La svolta green dell'edilizia è un processo in atto da anni e le opportunità rese disponibili nell'ultimo periodo supportano il cambiamento e rendono centrali per il sistema edile la rigenerazione urbana e il recupero edilizio». Secondo Angelo Massimo Deldossi, presidente della sezione bresciana dell'Associazione nazionale costruttori edili, l'anima dell'edilizia bresciana è votata da tempo ai temi della sostenibilità: recupero di aree dismesse, utilizzo di materiali sempre più ecosostenibili, nuovi edifici pubblici e privati dotati di pannelli solari e fotovoltaici, sistemi per il recupero dell'acqua, soluzioni per un sempre minore impatto energetico. «Gli obiettivi da raggiungere nel breve termine sono la pianificazione e la riqualificazione degli spazi urbani e periferici, la lotta al degrado e la conservazione e tutela del patrimonio edilizio e paesaggistico: temi che si inseriscono in quadro più ampio, che contemplano un'edilizia attenta alla rigenerazione, e che educa alla corretta percezione da parte del mercato del valore del prodotto edile», sottolinea Deldossi. Ma non basta l'iniziativa dei costruttori edili: secondo il leader di Ance Brescia, «servono politiche legislative per promuovere lo smaltimento e il recupero dei materiali con la metodologia analitica dell'analisi del ciclo di vita, il cosiddetto life cycle assessment», ossia lo studio dei potenziali impatti ambientali di prodotti o servizi durante il loro intero ciclo di vita. I temi della nuova edilizia sono sviluppati all'interno di «Campus edilizia Brescia», innovativo strumento al servizio della filiera bresciana delle costruzioni. Il progetto nasce per migliorare l’immagine del settore e sviluppa moderni programmi di riqualificazione urbana con l’obiettivo di attrarre investitori nazionali e internazionali sul territorio: «Il Campus riunisce una filiera del costruito attenta alla sostenibilità, incentivando interventi concreti allo sviluppo equilibrato del nostro territorio, attraverso ciò che sappiamo fare meglio: rigenerare», sottolinea Deldossi. Il progetto si declina secondo i concetti «Costruire, abitare, vivere» e studia i temi cardine dell'edilizia del ventunesimo secolo: sostenibilità ed economia circolare, innovazione e digitalizzazione, rigenerazione urbana e recupero edilizio, design e living space, sicurezza e qualità della vita. Tra i partner, ci sono gli Ordini professionali delle figure che gravitano attorno all'edilizia, ma anche il Comune e la Provincia di Brescia, l'Università, Confindustria Brescia e A2A. Tra le iniziative promosse dal Campus, si annoverano «Brixia future district», che punta i riflettori sul quadrante sud-ovest della città per una riqualificazione secondo modelli innovativi e «Brescia Next 2020-2050», studio che esamina gli scenari economici e demografici della città e approfondisce temi di rilievo che interessano la filiera delle costruzioni, con una sezione dedicata ai principali temi di trasformazione urbana: «L'edilizia gioca un ruolo chiave in questa partita e per vincere tutti insieme occorrono impegno e propensione al cambiamento», chiude il leader di Ance Brescia.•.

In collaborazione con